(La cabina) Armadio e la Strega

Un amico mi ha mostrato il progetto della sua nuova casa realizzato da una architetta, un’architettessa milanese. C’è una grande stanza al centro destinata a cabina armadio. Proprio come nella pubblicità della Renault dove lei dice a lui, “sai cosa potremmo fare di questa cameretta?” … L’ectoplasma di turno, capitato sotto il tiro della modernessa, si trova subito alle corde al solo pensiero del vagito di un neonato … Scampato pericolo, lei mica gli propone di fare un bebè ma un’enorme cabina armadio. Per farci cosa non l’ho capito mica! Forse per trovarsi catapultati nel paese di Narnia, dove è sempre inverno e mai Natale … Eppure, il risveglio con il capo soporoso di un figlio che ti rotola sul volto e prosegue il suo sonno in bilico sulla tua mascella è foriero di deliziose, irresistibili, apnee carnali. Provare per credere, TUTTO IL RESTO PUO’ ASPETTARE ….